La nostra storia

L’Associazione “Casa Famiglia Luigi Scrosoppi” nasce nel 1990, e muove i suoi primi passi in una casetta vicino al centro di Udine per dare continuità ad un servizio di accoglienza di minori da 0 a 10 anni temporaneamente privi di una famiglia in cui crescere.
Tale servizio aveva avuto inizio nel 1982 in un appartamento a Udine per opera della Congregazione delle Suore della Provvidenza che, fedeli al loro Fondatore, San Luigi Scrosoppi, da sempre si sono prese cura dei bambini in difficoltà. Nel 1998 è stata riconosciuta come O.N.L.U.S.

Leggi lo Statuto

Cosa Facciamo

L’Associazione si basa sugli ideali ispiratori del movimento di solidarietà e carità voluto da San Luigi Scrosoppi, ed è costituita al fine di contribuire alla tutela dei minori in difficoltà, mediante la creazione e la gestione sia di servizi di accoglienza residenziale per minori e madri con figli con un modello educativo di tipo familiare, sia di servizi educativi di vario genere.
Il servizio si basa su una concezione del ruolo educativo che, mettendo insieme aspirazione vocazionale e impegno professionale, vuole vivere l’esperienza dell’accoglienza con uno stile di vita familiare aperto ai bisogni di crescita, di amore e di relazione dei bambini.
Nel mese di febbraio 2008 la sede dell’Associazione, e quindi la Casa Famiglia, si è trasferita in una bella casa sulle colline di Faedis, ricevuta in dono per l’accoglienza dei bambini.

Il nostro logo

Un raggio di sole che irrompe dentro un muro di pietre: é il LOGO che rappresenta l’Associazione “Casa Famiglia Luigi Scrosoppi” O.N.L.U.S. Un piccolo, timido raggio di sole che, tuttavia, racchiude in sé tutta la forza, la luce e il calore del sole. Simbolicamente rappresenta il desiderio, la volontà e l’impegno a demolire i muri dell’indifferenza, della sofferenza e del disagio per lasciar trasparire l’attenzione, la solidarietà, l’accoglienza, l’amore… Un detto, che affonda le sue radici nella nostra tradizione contadina dice: “La Provvidenza sorge prima del sole” per dire che Dio si prende cura di tutte le sue creature, soprattutto delle più piccole e indifese le cui situazioni di povertà e sofferenza spesso fatichiamo a riconoscere ed accogliere.